Fazzon

Un luogo per il relax e il benessere della mente, un’immersione totale nella natura per liberare lo spirito dallo stress cittadino. Respirare aria pura di alta montagna, sorseggiare della buonissima acqua di sorgente, chiudere gli occhi e sentire solamente i suoni della natura, questa è la vera quiete dei sensi e dell’anima. Solo aprendo la finestra i sensi si appagano di questo benessere: cime innevate e prati verdi, fiori di montagna e gorgoglìo d’acqua. Ogni mese, poi, vi regalerà delle esperienze sensoriali differenti, partendo da giugno con la sua tranquillità, l’arietta frizzante, i prati colorati di giallo grazie ai numerosi ranuncoli e di bucaneve bianchi e lilla.

Luglio con il suo verde intenso, le montagne circostanti ancora interamente innevate nonostante il sole caldo, agosto e l’inizio della raccolta dei funghi, i grilli e le lunghe serate di luna piena passate tranquillamente in giardino. Settembre, come giugno, è un mese tranquillo, l’aria ritorna frizzante, le foglie iniziano a cadere e i prati circostanti al rifugio si popolano di mucche che scendono dagli alpeggi e prima di giungere al paese si fermano per qualche tempo nei prati incontaminati della Val Fazzon. A settembre, inoltre, gli amanti dei funghi hanno ancora delle enormi soddisfazioni. Il Rifugio è adiacente al bosco, quindi macchina o bicicletta restano ferme, basta un bastone e un cestino per i funghi e tanta voglia di passare una giornata all’aperto. A richiesta, disponiamo di bastoni ed essiccatoio per i funghi. Il permesso per la raccolta funghi, invece, deve essere richiesto a Pellizzano per il giorno o i giorni stabiliti.