rifugio-fazzon

Il vademecum dei rifugi del trentino in materia di covid-19

Tenuta in considerazione la situazione attuale consigliamo a tutti gli escursionisti di:
1) contattare il rifugio prima di iniziare l’escursione in modo da apprendere eventuali limitazioni e le disposizioni che vengono applicate, diverse dall’ordinario, dettate dall’emergenza covid19. Si fa presente che per la stagione estiva 2020 faranno fede per la maggior parte dei rifugi le seguenti norme di
Comportamento e per le quali si chiede a tutti collaborazione e buon senso nel rispetto delle stesse per venire incontro ai rifugisti che si trovano a dover attuare delle norme igienico-sanitarie redatte dalle autorità competenti per la vostra e loro sicurezza.
-per il pranzo:
-prima di iniziare l’escursione assicurati di essere in buona salute
-è consigliata la prenotazione
-bisogna rispettare le norme di distanziamento che verranno comunicate presso il rifugio: i posti a sedere sia esterni ma soprattutto interni saranno contingentati
-deposita la tua attrezzatura dove ti verrà richiesto dal rifugista
-è obbligatorio avere a disposizione una mascherina e l’igienizzante per le mani
-indossa la mascherina per entrare ed uscire dal rifugio e fino al tuo tavolo qualora gli spazi lo rendessero necessario ed in caso non possa essere possibile rispettare la distanza di sicurezza
-il servizio al banco potrebbe essere sospeso o limitato, abbi pazienza
-vanno rispettate le distanze per l’utilizzo dei servizi igienici e vanno igienizzate sempre le mani
-il gestore potrebbe chiederti informazioni relative al tuo stato di salute o sottoporti a controllo della temperatura corporea e, se in dubbio, chiederti di non entrare per motivi di sicurezza

Per il pernottamento:
-è obbligatoria la prenotazione
-per ogni capogruppo/famiglia verrà richiesto un recapito telefonico (cellulare)
-bisogna portare sempre con sé nello zaino una mascherina e guanti monouso: la mascherina andrà usata all’interno del rifugio nel momento in cui le norme di distanziamento non possono essere rispettate
-bisogna portare le proprie ciabatte da utilizzare all’interno del rifugio
-usare il sacco a pelo e una federa cuscino per il pernotto oppure richiedere le lenzuola al gestore
-l’utilizzo dei servizi igienici comuni e delle docce potrebbe essere regolamentato ed effettuato a turno
-la cena potrebbe essere effettuata su più turni per permettere il distanziamento (durante l’attesa si prega di non assembrarsi nelle aree comuni)
-porta da casa un libro o un mazzo di carte, al rifugio potrebbero non essere disponibili quest’anno
-la stanza/posti letto verranno assegnati preferibilmente a partire dalle 16.00

Nota bene:
Ricorda che il gestore non vuole diventare un controllore e che non è semplice nemmeno per lui doversi adeguare a tutte le norme anti covid ma non rispettare tali disposizioni, oltre a metter a rischio la vostra e la sua salute, mette soprattutto in difficoltà il gestore perché è lui che rischia sanzioni importanti in caso di
Controlli.
Tutti noi vogliamo poter continuare a frequentare le montagne sapendo che ci sarà sempre la figura del custode o dei suoi collaboratori che ci aspetteranno con un sorriso dopo un’escursione o che ci augureranno buona giornata prima della partenza.
Sappiamo che il rifugio è per molti momento di condivisione, questo non verrà a mancare se tutti rispetteremo le norme che ci si sono state date, potremmo sempre condividere le nostre giornate, i nostri mondi, le nostre
Impressioni e le nostre sensazioni.
Si potrà continuare ad abbracciare i mondi vicini e respirare quello spirito unico del rifugio che è amicizia, unione e passione.
Voi rispettate il distanziamento personale che la vicinanza sociale non verrà mai a mancare.
Rispettate le norme ed i rifugi potranno restare aperti ed accogliervi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *